Disturbo ossessivo compulsivo

Il disturbo ossessivo compulsivo si caratterizza per la presenza di ossessioni e compulsioni.


Le ossessioni sono pensieri e immagini mentali di contenuto vario che si insinuano nella mente contro la nostra volontà e nonostante si faccia di tutto per allontanarli.
Possono essere pensieri legati alla sporcizia e alla contaminazione, come il timore di contrarre una malattia oppure abitudini a conservare oggetti inutili, una preoccupazione eccessiva per l’ordine ecc…
Dal latino “obsidere” che significa “occupazione, assedio”, le ossessioni ci portano a compiere particolari rituali costituiti da comportamenti compulsivi nel tentativo di eliminare l’ansia: se abbiamo paura di essere contaminati nel toccare determinati oggetti, cederemo all’impulso di lavarci le mani moltissime volte al giorno finendo così per rafforzare il pensiero ossessivo che sta alla base e andando incontro ad un nuovo aumento dell’ansia.
La terapia ci permette di interrompere questo circolo vizioso, modificando i pensieri automatici e disfunzionali che sono alla base del disturbo mediante tecniche cognitive e comportamentali.