La Psicoterapia cognitivo comportamentale deriva dall’unione di due forme di terapia:

La Psicoterapia cognitiva
che aiuta ad individuare i pensieri ricorrenti, gli schemi fissi di ragionamento e di interpretazione della realtà, ad arricchirli e ad integrarli con altri pensieri più realistici o comunque più funzionali al proprio benessere.

La Psicoterapia comportamentale che aiuta a modificare la relazione fra le situazioni che creano disagio e le reazioni emotive e comportamentali che la persona di solito mette in atto, mediante l’apprendimento di nuove modalità di risposta e l’esposizione graduale alle situazioni temute.

La Psicoterapia cognitivo comportamentale è pratica e concreta, centrata sul presente in quanto volta a risolvere i problemi attuali. E’ basata sulla collaborazione tra paziente e terapeuta e la sua durata varia dai sei ai dodici mesi, a seconda dei casi, con cadenza settimanale.